Cinque cambi sono troppi? Solo per l’Inter

Sensi, Hakimi, Vidal, Nainggolan, Sanchez.

Cinque cambi di assoluto prestigio che hanno portato i media italiani (mai troppo clementi quando si parla di Beneamata) a farne una colpa all’Inter.

Ché cinque cambi sono troppi, quando hai a disposizione giocatori del calibro dei suddetti (e comunque tieni in panchina gente come Skriniar, per fare un nome).

Colpisce in particolar modo come questo discorso non emergesse quando era la Juventus l’unica ad avere a disposizione dei cambi di livello assoluto: in quel caso i bianconeri erano i più forti e basta.

Tramite le righe di calciomercato.com anche Filippo Tramontano ha espresso la propria posizione in merito.

E ci sentiamo di condividerne una parte:

Ho assistito in diretta ad una nota trasmissione televisiva in cui si è fatto il processo all’Inter in modo anche supponente e indignato per il fatto che avesse vinto “sfruttando” i 5 cambi. Ma che problema avete? Venti minuti buoni di “non è giusto” è “penalizzante” per le squadre meno ricche, “così si falsa il campionato”, “dobbiamo fare come il resto d’Europa”!! Mamma mia quanta urgenza di cambiare una regola che fino a ieri era giusta e non portava particolari problematiche.  Tutta questa fretta vi è venuta dopo Inter-Fiorentina? Però lo capisco, finchè entrava il giovane Agoume e l’Inter pareggiava in casa contro il Sassuolo poteva andare tutto bene, la notizia al di là dello scivolone dell’Inter non c’era. Ma dai su con il morale la notizia adesso c’è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *