Sebastiano Esposito e Lucien Agoume: più spazio per i classe 2002 nella seconda parte della stagione?

Diadmin

Gen 11, 2021
esposito e agoume con filip stankovic

Sebastiano Esposito e Lucien Agoume sono stati presenza fissa della prima squadra nella passata stagione nonostante la loro giovanissima età (sono entrambi classe 2002).

Ceduti in prestito per crescere, hanno avuto sin qui poco spazio, specialmente l’attaccante, che l’anno scorso – quando era la quarta punta in rosa – è stato schierato in più occasioni da Conte (a differenza di Pinamonti quest’anno).

La seconda parte di stagione, però, potrebbe essere ben diversa per i due.

“Finalmente sta giocando”: la soddisfazione del procuratore di Agoume

Agoume ha iniziato ad essere inserito da Italiano nelle rotazioni nello Spezia e il procuratore del centrocampista francese ha espresso la propria soddisfazione ai microfoni di calciomercato.com:

“Finalmente sta giocando, e lo sta facendo anche molto bene. È felice, lavora benissimo con l’allenatore che adesso si fida di lui. È vero, nella prima parte della stagione lo abbiamo visto meno, ma è servita al tecnico per preparare al meglio Lucien e credo che in questa seconda parte di campionato troverà più spazio. Vedrete che continuerà a mostrare progressi. I suoi pregi migliori sono tecnica e visione, ma gara dopo gara migliorerà anche l’interdizione”.

Sebastiano Esposito verso Brescia?

Per Sebastiano Esposito invece si prospetta una avventura lontana da Ferrara, dopo essere stato messo ai margini dal tecnico della Spal Pasquale Marino, che gli ha preferito in qualsiasi occasione attaccanti ben più esperti (se non vogliamo spendere il termine “attempati”).

Su di lui ci sarebbe il Pescara ma, soprattutto, il Brescia – compagine nelle cui giovanili ha giocato prima di essere prelevato (assieme ai fratelli Salvatore e Pio) dalla Beneamata.

Un indizio in tal senso, l’ingaggio di Ernesto Torregrossa da parte della Sampdoria – approdato a Genova in prestito con obbligo di riscatto.

Il Brescia fa così spazio per l’approdo del talento classe 2002?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *